Cantieri, News

MicroAnchors, la nuova tecnologia per la stabilizzazione di manufatti controterra

La soluzione vincente di URETEK per la stabilizzazione di manufatti controterra si chiama Microanchors.

Microancoraggi poco invasivi rispetto ai tiranti tradizionali, economici e rapidi da eseguire.

 

Per contrastare la spinta delle terre, URETEK ha progettato MicroAnchors, una nuova soluzione costituita da una serie di microancoraggi, disposti secondo una maglia regolare su superfici di manufatti contro terra, allo scopo di evitare spostamenti e deformazioni.

Micro ancoraggi in acciaio, la nuova tecnologia per la stabilizzazione di manufatti controterra

 

Questi microancoraggi sono molto versatili e particolarmente adatti ad opere esistenti costituite per la maggior parte da strutture inadeguate a sopportare carichi puntuali e per le quali la non invasività e la rapidità dell’intervento, qualità alla base della filosofia del gruppo URETEK, sono requisiti prioritari.

La tecnologia MicroAnchors è applicabile, quindi, a manufatti come muri di contenimento, fronti di scavo e scarpate; spalle di ponti, banchine e argini; terre armate, gabbionate e paratie; platee sottofalda, pavimentazioni e fondazioni.

La tecnologia MicroAnchors applicata a un muro di contenimento in pietra

 

Ma andiamo a conoscere quali sono le fasi operative di questa tecnica di consolidamento. MicroAnchors richiede l’utilizzo di attrezzature portatili di piccole dimensioni, movimentabili ed utilizzabili interamente a mano. Le attrezzature di pompaggio, la resina ed il generatore di corrente possono stazionare nei pressi del cantiere, su un camion appositamente attrezzato.

La fase di perforazione avviene con l’utilizzo di perforatori manuali elettrici a rotopercussione oppure con piccole sonde a colonna da ancorare alla parete o semoventi.

Successivamente viene eseguita la posa del microancoraggio nel foro che può avvenire o manualmente, oppure mediante l’ausilio di un percussore elettrico. L’elemento metallico nel terreno si inserisce fino alla lunghezza di progetto.

La fase successiva prevede la creazione di un’intercapedine in corrispondenza della testa dell’ancoraggio. Questa fase è propedeutica all’iniezione e serve a creare lo spazio affinché la resina possa fuoriuscire dalla testa oltre che dai fori laterali del condotto.

La fase d’iniezione della resina espandente avviene tramite una pistola collegata alla parte terminale del tubo in acciaio del microancoraggio.

Fase d’iniezione della resina espandente

 

La pistola è regolata da un operatore il quale ha il compito di dosare le quantità di materiale previste dal progetto.

Esempio di un tipico intervento con MicroAnchors

 

Infine viene svolta la tesatura, eseguibile dopo pochi secondi dall’iniezione, attuata principalmente con un sistema meccanico regolabile con apposite chiavi e controllata con una cella di carico appositamente tarata.

I principali vantaggi di questa tecnica di ancoraggio sono molteplici. Primo fra tutti la flessibilità dei singoli elementi costituenti il microancoraggio, data dal fatto che la movimentazione del materiale è eseguibile completamente a mano. Altro vantaggio è sicuramente il piccolo diametro degli elementi resistenti, in quanto la perforazione può essere eseguita con perforatori manuali, quindi è possibile operare in condizioni anguste o difficilmente accessibili per gli ancoraggi tradizionali.

Infine, e non meno importante, i MICROANCHORS di Uretek hanno il vantaggio di essere molto poco invasivi rispetto ai tradizionali tiranti; ciò significa che questa tecnologia è applicabile anche a murature di spessore modesto o in uno stato di conservazione non ottimale.

Ma oltre agli aspetti tecnici, i vantaggi dei MICROANCHORS di Uretek sono anche di tipo economico rispetto alle tecnologie tradizionali, e tempistici, in quanto la rapidità di indurimento delle resine espandenti rendono l’intervento velocissimo e subito efficace.

Spesso dimenticato, e da non sottovalutare, l’aspetto a favore della durata. L’acciaio inossidabile, anche se di piccole dimensioni, ha una vita utile lunghissima, che soddisfa ampiamente le prescrizioni della normativa.

Come sempre gli ingegneri dell’ufficio tecnico URETEK sono sempre di supporto alla progettazione e in grado di affiancare il professionista in tutte le fasi di progettazione e implementazione dell’intervento.

Ingegneri dell’ufficio tecnico URETEK