News

Maltempo, a Vicenza l’onda di piena anticipata alle 22

Maltempo, onda di piena anticipata alle 22 ma non dovrebbe superare i 5 metri

Sindaco Rucco: “Attivati tutti i presidi per la sicurezza della città”

Proseguirà per tutta la notte al Coc , Centro operativo comunale, il monitoraggio del maltempo e delle conseguenti attività di messa in protezione della città.
“Secondo le ultime previsioni in nostro possesso – ha dichiarato il sindaco Francesco Rucco al termine dell’ultimo aggiornamento con i tecnici del Coc – l’ondata di piena dovrebbe arrivare già stasera verso le 22, ma non dovrebbe superare a Ponte degli Angeli i 5 metri. Se quel livello sarà confermato, la città non dovrebbe subire particolari disagi. Ciò nonostante abbiamo attivato tutti i presidi previsti per mettere in sicurezza le zone sensibili, come da piano comunale di emergenza. Per tutta la notte il comando della polizia locale resterà attivo per le emergenze, così come il call center dell’urp di Palazzo Trissino che risponderà al numero verde 800 127 812 e il servizio Sms di allarme. Confermo l’indicazione per i cittadini delle zone più sensibili di tenersi informati attraverso i canali ufficiali e il consiglio di spostare veicoli e beni dagli interrati”.
Per quanto riguarda il bacino di Caldogno, il sindaco ha dichiarato: “La sua apertura è responsabilità del Genio civile. Questa potrebbe essere l’occasione giusta per collaudarlo, ma vanno tenuti presenti parametri tecnici e tempi di svuotamento che il Genio saprà valutare al meglio per il bene dei cittadini”.
Nel corso dell’ultimo incontro del Coc sono state verificate una ad una tutte le azioni previste dal piano emergenza, dal posizionamento dei sacchetti di sabbia nelle zone a rischio alla posa delle paratie, fino al posizionamento delle idrovore e ai test su tutti gli impianti di sollevamento cittadini.
L’innalzarsi del livello dei fiumi ha permesso la pulizia dalle ramaglie con apposito “ragno” ai Ponti Furo, Barche e Pusterla, mentre la chiusura delle scuole ha ridotto la circolazione, permettendo ai mezzi di intervento di muoversi con maggior facilità per l’approntamento di tutti gli interventi previsti.
FONTE:
Ufficio stampa
Comune di Vicenza