News

Peloponnesso, forte terremoto di magnitudo Mwp 6.8, diramata allerta maremoto

Terremoto di magnitudo Mwp 6.8 alle 00:54:50 davanti la Costa Occidentale del Peloponneso in Grecia, diramata allerta maremoto arancione per le coste di Calabria e Puglia, non risultano, al momento, danni a persone o cose.

Come si evince dal sito dell’INGV, un fortissimo terremoto di magnitudo Mwp 6.8 è avvenuto nella zona della Costa Occidentale del Peloponneso in Grecia, questa notte alle 00:54:50 (UTC +02:00) ora italiana. Le coordinate geografiche dell’evento sono le seguenti (lat, lon) 37.49, 20.6 ad una profondità di 10 km.

mappa scuotimento terremoto grecia 26 ottobre 2018
Mappa scuotimento terremoto Grecia del 26 ottobre 2018 – ShakeMap – calcolata solo a fini di ricerca e fornisce esclusivamente stime indicative dello scuotimento prodotto dal terremoto. Sono calcolate automaticamente dai dati strumentali registrati dalle stazioni sismiche ed aggiornate man mano che nuovi dati diventano disponibili. (DA INGV)

 

Il terremoto è stato localizzato dalla Sala Sismica dell INGV di Roma e poco dopo il Dipartimento della Protezione Civile ha diramato il seguente comunicato stampa:

A seguito del sisma avvenuto alle ore 00.54, nel mare a largo delle coste greche di magnitudo 6.8, e avvertito dalla popolazione nelle regioni costiere del sud Italia, il Centro Allerta Tsunami dell’Ingv ha informato il Dipartimento della Protezione Civile che ha provveduto a diramare un’allerta arancione per le coste di Calabria e Puglia e massima attenzione per le coste orientali di Basilicata e Sicilia ionica.
La rete mareografica dell’Ispra ha registrato, circa un’ora dopo il sisma, un maremoto di lieve entità con onde di altezza pari a nove centimetri nel porto di Crotone.
Dalle verifiche effettuate da parte della Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile, in costante contatto con le autorità territoriali per seguire eventuali evoluzioni, non risultano, al momento, danni a persone o cose. Si raccomanda massima prudenza nelle zone costiere e nei bacini portuali, seguendo in merito le indicazioni delle autorità.