Ambiente, News

Geotermia a Bassa Entalpia, l’energia rinnovabile con numerosi vantaggi per l’uomo e l’ambiente

Lo sfruttamento della geotermia quale fonte energetica rinnovabile ed ecosostenibile sarà il tema del convegno che si terrà a Roma il prossimo giovedì 28 giugno. Esperti e consulenti del settore come Consorzio Genea e Cardine srl, saranno presenti al convegno.

Lo sfruttamento della geotermia quale fonte energetica rinnovabile ed ecosostenibile, i suoi benefici, gli incentivi finanziari per chi investe in energie rinnovabili e le normative di settore nazionali e regionali saranno i temi del Convegno Nazionale “Geotermia a Bassa Entalpia“ che si terrà a Roma il prossimo 28 giugno presso il Centro Congressi Frentani

Organizzato dal Consiglio Nazionale dei Geologi, in collaborazione con l’Ordine dei Geologi del Lazio e la Fondazione Centro Studi del CNG, sarà l’occasione per i geologi di spiegare in che modo l’energia geotermica, che sfrutta il calore naturale provieniente direttamente dalla Terra, potrebbe soddisfare il 50% dei consumi energetici.

In particolare la geotermia a bassa entalpia (ossia a basse temperature), a differenza di quella ad alta entalpia, non serve per produrre elettricità, ma per riscaldare e raffreddare, con altissima efficienza, abitazioni e strutture grazie all’utilizzo di pompe di calore geotermiche. Si tratta di una fonte di energia rinnovabile che ha numerosi vantaggi per l’uomo e per l’ambiente, quali:

  1. zero emissioni di anidride carbonica dannosa per la salute delle persone;
  2. non si esaurisce come i combustibili fossili;
  3. rende più autonomi perchè non è soggetta a variazioni metereologiche, ma risulta sempre estraibile;
  4. risparmio fino all’80% dei costi di esercizio;
  5. indipendenza dall’aumento dei prezzi, dei costi del riscaldamento e della produzione di energia elettrica.

Al Convegno Nazionale “Geotermia a Bassa Entalpia“ parteciperanno, in qualità di esperti e consulenti del settore, il Consorzio Genea e la sua consorziata Cardine srl, ”due facce della stessa medaglia”, come spiega il Presidente del Consiglio Direttivo Genea Consorzio Stabile, il Dr. Angelo Grimaldi: ”Il Consorzio Genea si occupa di efficienza energetica e di sistemi di riqualificazione per Pubbliche Amministrazioni e privati.  Impianti industriali e complessi abitativi, come condomini e strutture alberghiere, possono essere supportati per ridurre i consumi energetici e quindi ridurre emissioni di CO2 e gas serra, oltre ad avere la possibilità di accedere ad incentivi utili a sviluppare gli interventi”, …. ”la sua consorziata Cardine srl,  invece,” – spiega sempre il Dr. Grimaldi, – ”affiancandosi con esperti geologi, si occupa di indagini nel sottosuolo e di studi idrogeologici per l’individuazione di siti idonei per la realizzazione di pozzi geotermici”.

Un gruppo, si direbbe, ”perfetto”, quello del CONSORZIO GENEA, che con l’efficienza energetica aiuta e contribuisce a diminuire le immissioni di gas nocivi in atmosfera, contribuendo a ridurre il rischio derivante da cambiamenti climatici che sono alla base dei dissesti idrogeologici sui quali CARDINE SRL è impegnata.