News, Rischi

Geologi, agronomi e meteorologi al simposio “Solide radici per un territorio fragile”

CON L’ALTO PATROCINIO DEL PARLAMENTO EUROPEO E CON LA MEDAGLIA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, L’ORDINE DEI GEOLOGI DELLA CAMPANIA, SABATO 22 APRILE 2017, IN OCCASIONE DELLA GIORNATA MONDIALE DEL PIANETA TERRA, ha PRESENTATO, in collaborazione con CENTRO EPSON METEO, METEO.it, Scientificast e Italian Climate Network

“SOLIDE RADICI PER UN TERRITORIO FRAGILE”. Meteorologia, Geologia e Agraria.

Professionalità e corretta informazione contro il dissesto idrogeologico e le bufale scientifiche.

 

Il simposio, tenutosi presso la Reggia di Portici dove ha sede la Facoltà di Agraria, è stato un ottimo esempio di come Competenze diverse e Professionalità, apparentemente distanti, possono convergere verso un obiettivo comune, che è in linea generale volto al miglioramento della qualità della vita di ciascuno, ed in senso specifico una valida opportunità di lavoro per geologi, agronomi, fisici (meteorologi).

1 - Intervento del Presidente dell'Ordine dei Geologi della Campania, dr. F. Russo
1 – Intervento del Presidente dell’Ordine dei Geologi della Campania, dr. F. Russo

Il Convegno “Solide radici per un territorio fragile”, fortemente voluto dall’Ordine dei Geologi della Campania, egregiamente organizzato e coordinato dal consigliere dr. Domenico Sessa (GUARDA IL VIDEO INTERVISTA), con il determinante contributo del Dipartimento di Agraria della omonima facoltà e del Suo Direttore, prof. Matteo Lorito, ha visto una ben nutrita e qualificata presenza di Relatori (il cui singolo contributo può essere visionato nel sito di “Conoscere Geologia”), ed una platea attenta ed interessata, composta da per lo più da geologi, agronomi e dr.ri forestali, meteorologi.

2 - omaggio floreale alla dr_ssa Giacomin (meteorologa Epson) da parte del dr. Sessa, Consigliere OGRC
2 – omaggio floreale alla dr_ssa Giacomin (meteorologa Epson) da parte del dr. Sessa, Consigliere OGRC

Non è stato peraltro banale il contributo delle Autorità presenti e dei messaggi fatti pervenire dalla Presidenza della Repubblica e del Parlamento Europeo, in quanto il tema della Terra e della sua salvaguardia non può che coinvolgere ciascuno che abbia buon senso e raziocinio, a prescindere dal ruolo occupato nella Società.

I vari temi affrontati e discussi in sala hanno avuto un unico obiettivo, ovvero dimostrare che geologi, agronomi e meteorologi, lavorando in sinergia può migliorare sotto ogni punto di vista i risultati dei loro studi perché la complementarietà delle loro competenze permette di ottenere le migliori risposte possibili, in termini economici oltre che scientifici.

3 - Dipinti della volta e delle pareti dellaSala Cinese
3 – Dipinti della volta e delle pareti dellaSala Cinese

Ebbene, l’obiettivo sembra pienamente centrato perché unanimamente la validità ne è stata riconosciuta.

4 - Pausa nello splendido Orto Botanico della Reggia di Portici
4 – Pausa nello splendido Orto Botanico della Reggia di Portici

Infine, ma non ultimo argomento dibattuto, è stato quello della onestà intellettuale dell’informazione, fornendo vari esempi di come si possa distorcere un accadimento semplicemente omettendo una parte di esso oppure nascondendone o, viceversa, esaltandone la rilevanza.

5 - macchine agricole d epoca, dal Museo delle Macchine Agricole della Facoltà di Agraria
5 – macchine agricole d epoca, dal Museo delle Macchine Agricole della Facoltà di Agraria

Da professionisti, dovremmo sempre prediligere in ogni nostra azione il metodo “Galileiano” facendo in modo che le frequenti “bufale scientifiche” vengano immediatamente smascherate e che ne sia diffusa la corretta smentita.

6 - Panorama dalla Reggia di Portici, con vista sul mare del Golfo di Napoli
6 – Panorama dalla Reggia di Portici, con vista sul mare del Golfo di Napoli

GUARDA IL VIDEO INTERVISTA AL GEOLOGO DOMENICO SESSA