Geologia e dintorni, News

A Marmomacc 2016 l’industria mondiale della pietra naturale

Al via domani a Veronafiere la più importante manifestazione internazionale dedicata a marmi, graniti, tecnologie, design e formazione. In mostra l’eccellenza dei macchinari di lavorazione made in Italy. Presenti oltre 1.650 aziende, da 53 nazioni. Inaugurazione in programma alle ore 10.45, nell’area Forum del padiglione 1, con Michele Scannavini, presidente di ICE-Italian Trade Agency.

Verona, 27 settembre 2016. Innovazione e ricerca applicata, automazione con macchine a controllo numerico in grado di tagliare, lucidare e modellare marmi e graniti in vere e proprie opere di design. Da domani e fino all’1 ottobre, la 51ª edizione di Marmomacc, la più importante manifestazione internazionale dedicata al settore lapideo, con oltre 1.650 aziende espositrici da 53 Paesi, porta in scena a Veronafiere l’eccellenza italiana in un comparto che, nel 2015, ha raggiunto un valore di produzione pari a 4,2 miliardi di euro, di cui 3,2 esportati. Tutta la filiera è rappresentata a Marmomacc. Blocchi di pietra grezza, prodotti finiti e semilavorati ma non solo. Ben quattro padiglioni su dodici vedono, infatti, protagonisti i più moderni macchinari specializzati, mentre un’intera area, “The Italian Stone Theatre”, illustra, con tre mostre, l’interazione tra marmo, design e tecnologie di lavorazione italiane. Si tratta di un progetto realizzato da Marmamacc grazie al Piano di promozione straordinaria del made in Italy del ministero dello Sviluppo economico, in collaborazione con ICE-Italian Trade Agency e Confindustria Marmomacchine.

Moderni macchinari specializzati
Moderni macchinari specializzati

Domani, all’inaugurazione di Marmomacc 2016 (ore 10.45, area forum del padiglione 1), oltre a Maurizio Danese e Giovanni Mantovani, presidente e direttore generale di Veronafiere, partecipano Michele Scannavini, presidente di ICE-Italian Trade Agency, Stefano Ghirardi, presidente di Confindustria Marmomacchine. Al taglio del nastro anche Zeliana Zovko e Julian Isaias Rodriguez Diaz, ambasciatori di Bosnia Erzegovina e Venezuela.

Presenti anche le istituzioni locali e regionali con Flavio Tosi, sindaco di Verona, Antonio Pastorello, presidente della Provincia di Verona e Federico Caner, assessore al Commercio estero della Regione Veneto.

 

Tra gli appuntamenti della prima giornata di Marmomacc, in programma alle 9.30 il focus “L’Universo della Pietra Naturale nella Regione Veneto” (sala B Centroservizi dei Signori, galleria tra i padiglioni 11 e 12), mentre, alle 11.30, si tiene il meeting “Imparare a sviluppare soluzioni innovative nel taglio professionale della pietra”, con la Scuola del Marmo di Sant’Ambrogio (sala Bellini, Centrocongressi Arena, galleria tra i padiglioni 6 e 7).

 

Alle 15, Carlo Montani illustra il 27° Rapporto marmo e pietre nel mondo (sala Mascagni, Centro stampa, galleria tra i padiglioni 4 e 5). In contemporanea, presentazione delle opere in mostra a New Marble Generation (area forum, padiglione 1) e il seminario “Focus Africa Sub-sahariana: Il caso Etiopia”, organizzato da Veronafiere in collaborazione con AICE e Bonelli Erede (sala Respighi, 1° piano Palaexpo).

fonte: Servizio Stampa Veronafiere