Geologia per le scuole, Senza categoria

La Paleontologia!

Cosa studia la Paleontologia? Cosa sono i fossili?

quando un essere vivente può diventare un fossile?

La vita e’ presente sulla terra da oltre tre miliardi di anni. Resti di organismi animali e vegetali vissuti nel remoto passato si sono conservati fino ai nostri giorni in forma di fossili.

La Paleontologia è la scienza che studia la vita nel passato. Per la sua indagine, essa utilizza i resti pietrificati di animali e vegetali vissuti nelle lontane ere geologiche. La Paleontologia non deve essere confusa con l’archeologia, che studia le testimonianze della vita in epoca storica e Preistorica. L’Archeologia, prendendo in considerazione solo tracce lasciate dall’uomo, rientra nelle scienze umane. La Paleontologia, invece, è una delle scienze naturali e il suo compito è lo studio dei fossili. Con il termine fossile si indica qualsiasi resto identificabile, oppure impronta o anche solo traccia dell’attività di animali e vegetali che vissero nei tempi geologici passati. I resti della maggior parte degli organismi vengono rapidamente distrutti da aggressori meccanici, chimici e biologici. Solo se sono sottratti a questi agenti distruttori poco dopo la morte, hanno la possibilità di conservarsi come fossili, soprattutto se sono racchiusi in un sedimento. Per fossilizzazione si intende quella serie di processi naturali che avvengono tra l’inclusione del resto organico nel sedimento e la formazione del fossile. Gli organismi che possiedono conchiglia, scheletro interno o legno hanno migliori possibilità di fossilizzarsi rispetto a quelli che non li possiedono. Anche l’ambiente di deposizione ha notevole influenza ed i fondali marini sono in genere aree di sedimentazione che forniscono una ricca documentazione paleontologica.

I processi di fossilizzazione possono avvenire in vario modo: mineralizzazione, incrostazione, carbonificazione e altri tipi eccezionali.

La mineralizzazione è il processo di fossilizzazione più comune e si verifica quando i Sali minerali contenuti nelle acque circolanti nel sedimento vanno a sostituire, molecola per molecole, le sostanze organiche presenti nelle parti dure dell’organismo. Si originano, in questo modo dei fossili che mantengono la struttura originaria dell’animale o del vegetale.

mineralizzazione di un'ammonite
mineralizzazione di un’ammonite

L’incrostazione è un tipo di fossilizzazione poco diffuso e limitato a resti relativamente recenti. Si verifica quando, vicino a cascate, sorgenti o torrenti tumultuosi, gli spruzzi d’acqua vanno a finire su muschi, erbe e piccoli animali. L’acqua evaporando, deposita il carbonato di calcio che, a lungo andare, incrosta gli organismi.

incrostazioni di resti vegetali
incrostazioni di resti vegetali

La carbonificazione è un processo di fossilizzazione molto diffuso che interessa soprattutto i vegetali; le piante, dopo la morte, restano inglobate nel terreno e subiscono l’azione di alcuni ceppi batterici che trasformano la cellulosa in carbonio.

carbonificazione di vegetali
carbonificazione di vegetali

Talvolta si hanno tipi di fossilizzazioni eccezionali, dovuti a particolari condizioni che portano alla conservazione di interi organismi, comprese le parti molli che di solito non fossilizzano.

Cattura dell’ambra fossile: molte specie di insetti del passato si ritrovano perfettamente conservate nell’ambra, una resina fossile dal colore dorato. Questa resina, colando dai tronchi delle conifere, intrappolava ogni sorta di insetto con cui veniva a contatto.

insetti catturati dall'ambra
insetti catturati dall’ambra

Mummificazione dei ghiacciai: fossili di mammuth sono stati ritrovati mummificati per disidratazione nei ghiacciai della Siberia. Questo tipo di fossilizzazione ha conservato per 5000 anni la mummia dell’uomo di Similaun.

un mammuth fossile
un mammuth fossile

Laghi di bitume: mammiferi fossili sono stati ritrovati in California, dove oggi sorge la città di Los Angeles. Lì in passato esistevano dei laghetti di bitume in cui cadevano e rimanevano intrappolati gli animali che si avvicinavano. Tali laghetti costituiscono attualmente uno dei più importanti giacimenti fossiliferi esistenti.

 

FOTOGALLERY (i fossili presenti tra noi: i fossili nei monumenti di Verona)