Ambiente, Cantieri, Geologia e dintorni

Il Congresso dei Geologi Italiani: idee e proposte alternative per i geologi!

Le vecchie ed insufficienti capacità comunicative, sembrano del tutto superate…i geologi d’oggi utilizzano a pieno le attuali tecnologie di comunicazione.!!!

Alcuni suggerimenti di possibili materie, che possono essere sviluppate da un geologo.

A valle di tutte le notevoli e lodevoli iniziative, attuate a corollario del Congresso Nazionale dei Geologi da poco terminato, faccio alcune considerazioni di carattere generale, nell’auspicio che possano stimolare ancora di più lo scambio delle conoscenze, oltre che delle opinioni.

Da semplice iscritto all’Ordine, ho cercato di seguire sempre le vicissitudini della Categoria, sforzandomi di essere obiettivo nei giudizi; ad esempio, mossi delle critiche quando il Giornale del CNG si trasformò in bi-lingue, relegando però alla parte in italiano uno spazio minore o quando lo stesso CNG non appariva sufficientemente critico presso le Commissioni dei Lavori Pubblici Ministeriali.

La nostra, di certo scelta per passione e mai per calcolo economico, è stata considerata da sempre la Cenerentola delle professioni: in parte ciò era vero, o meglio, tale appariva ai più, non avendo l’intera Categoria – a mio giudizio – sufficienti ed adeguate capacità comunicative.

Ebbene questo gap, che si potrebbe anche definire generazionale, sembra ora superato, data la naturale propensione dei nuovi geologi all’utilizzo pieno delle attuali tecnologie di comunicazione.

Naturalmente non è sufficiente saper comunicare senza poi essere in grado di riempire di contenuti le affermazioni sin qui fatte: anche in questo caso però gli intensi studi dei Tavoli Tecnici che si sono svolti parallelamente al Congresso, e che hanno riferito alle interessate platee i risultati degli studi, sono riusciti ad attirare le attenzioni mediatiche di buona parte della Società Italiana.

Accanto ai temi di studio dei “Tavoli” tenutosi al Congresso Nazionale di Napoli di seguito elencati,

  • Dissesti ed alluvioni
  • Rischio sismico
  • Risorsa acqua
  • Attività estrattive – Terre e rocce da scavo
  • Geoscambio ed energie rinnovabili delle componenti acque, suolo e sottosuolo
  • Università
  • Pianificazione
  • Bonifiche siti inquinati e discariche
  • Protezione civile
  • Professione & Società
  • Il Geologo progettista. Progettazione geologica e progettazione geotecnica
  • Geositi, Geoparchi & Geoturismo

mi permetto di suggerire altre possibili materie, che possono essere sviluppate da un geologo, retaggio comunque degli studi effettuati nel Corso di Laurea, e cioè:

  • Ricordando la Cristallografia Mineralogica io proverei ad approfondire lo studio delle proprietà del Silicio cristallino; unendo in un unico materiale le sue salienti proprietà: Piro-elettricità, Piezo-elettricità e Foto-elettricità e se stimolato opportunamente, questo cristallo produce elettricità nelle diverse condizioni di lavoro. Tale materiale avrebbe svariate applicazioni, per esempio nella sicurezza stradale e nella pubblica illuminazione delle strade, a costo zero (vedi figure 1-2-3);
figura 1: struttura cristallina materiale piezoelettrico
figura 1: struttura cristallina materiale piezoelettrico
figura 2: sensore di radiazione ir
figura 2: sensore di radiazione ir
figura 3: radiazioni em
figura 3: radiazioni em
  • Creatività geo-architettonica progettuale, altro tema che può essere sviluppato, esaminando un territorio e le sue specificità per proporne il riutilizzo alternativo:
  1. ad esempio una cava a gradoni, dismessa e in un territorio poco antropizzato (quindi non convenientemente trasformabile in oasi naturale), potrebbe invece essere tramutata con profitto in parco fotovoltaico (figure 4 e 5);
    Cava Mercato SS 1
    figura 4: Cava Mercato SS (da google maps)
    Cava Mercato SS 2
    figura 5: Cava Mercato SS (da google maps)

     

  2. Altro esempio di riutilizzo di cava dismessa: creare parcheggi anche con solo due piani e realizzare circa 2000 posti auto (Figura 6), contribuendo a risolvere il problema posteggio della città di Salerno, critico nel periodo invernale perché collegato all’interesse nazionale della manifestazione “Luci d’artista”.
Cernichiara
figura 6: Cava Cernichiara

Come si vede, con un poco di inventiva o di creatività è possibile proporre iniziative che, essendo multidisciplinari, possono portare benefici economici e sociali a diverse categorie professionali, prima fra tutte quella dei geologi, creando altresì posti di lavoro stabili per la gestione successiva delle opere realizzate.